No ai compensi extra ai dipendenti pubblici

Consiglio di Stato, Sezione Sesta, sent. n° 156 del 19/01/2010
Il Consiglio di Stato ha ribadito che per il principio della onnicomprensività del trattamento retributivo, il dipendente pubblico non può rivendicare il pagamento di prestazioni lavorative, salvo i casi di incarichi non compresi nei compiti e nei doveri di ufficio espressamente previsti dalla legge o da altre fonti normative. Vige infatti per il dipendente l’obbligo della esclusività della prestazione dell’attività di lavoro dipendente in favore della Amministrazione, di per sé incompatibile – fuori dei casi tassativamente previsti dalla legge o dai contratti collettivi – con l’esercizio di attività libero-professionale quand’anche espletata in favore della stessa Amministrazione datoriale.
compensi extra no CS156_2010

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.