Le deroghe facoltative previste dalle direttive europee concernenti l’orario di lavoro, non possono essere invocate contro singoli ricorrenti

Corte di Giustizia Europea, sezione seconda, sentenza del 21 ottobre 2010, C227/09.
Nella fattispecie concreta, 66 dipendenti avevano presentato ricorso per violazione delle norme concernenti il riposo settimanale, derogate da un accordo sindacale a livello locale. Il Comune di Torino ha fatto presente le deroghe facoltative previste dalle direttive europee. Con la citata sentenza, la Corte ha stabilito che suddette deroghe non possono essere invocate contro singoli come i ricorrenti nella causa principale. Inoltre, tali disposizioni non possono essere interpretate nel senso che consentono oppure vietano di applicare contratti collettivi come quelli di cui alla causa principale, poiché l’applicazione di questi ultimi dipende dal diritto interno.
orario di lavoro CGiusUE_21102010_C227_09

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.