La mancanza di trasferimenti regionali alle Province, non può giustificare la sospensione del servizio

Corte dei Conti,Sezione Regionale di Controllo per la Regione Veneto, deliberazione n.426/2017/PAR
Per le prestazioni strumentali all’esercizio di diritti, quale quello allo studio dei soggetti disabili, non suscettibili di compressione

per mere esigenze di bilancio, secondo quanto chiaramente affermato dalla Consulta deve essere assicurato l’integrale finanziamento, mediante la previsione, nella legge che opera l’attribuzione, di risorse congrue ed adeguate, affinché l’attribuzione non determini squilibri di bilancio negli enti assegnatari delle funzioni.
La mancanza di trasferimenti regionali, certamente contrastante con il principio, dianzi illustrato, secondo cui l’attribuzione di funzioni agli enti locali deve essere necessariamente accompagnata da adeguate risorse finanziarie per consentirne l’esercizio, tuttavia, non può giustificare, di per sé, la mancata prestazione dei servizi, anche se, gioco forza, laddove tali enti non dispongano di risorse proprie sufficienti da destinarvi, si profilerebbe il rischio di uno squilibrio finanziario; ovvero, nonostante lo sforzo finanziario e prescindendo dalle conseguenze dello stesso sulla tenuta degli equilibri di bilancio, addirittura il rischio che non si riesca a garantire quella effettività delle prestazioni pure imposta dalla natura fondamentale dei diritti connessi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.