Secondo la CTR dell’Emilia Romagna è legittimo l’avviso di accertamento non preceduto da PVC, in caso di “accesso breve”

CTR Emilia Romagna, sentenza n. 2383 del 15 ottobre 2018

In tema di “accesso breve” è legittimo l’avviso di accertamento emesso senza che in precedenza sia stato consegnato al contribuente il relativo verbale di chiusura delle operazioni. In base a tale principio i giudici emiliani hanno ribaltato la sentenza di primo grado abbracciando la tesi dell’Ufficio secondo cui nessuna norma impone la notifica del verbale di constatazione e, in particolare, anche lo stesso art. 12 della Legge 212/2000, citato dal contribuente a sostegno della propria tesi, si limita a stabilire che gli avvisi di accertamento non possono essere emessi prima di 60 giorni dalla conclusione delle operazioni di accesso. Sul punto anche la Suprema Corte ha escluso la nullità dell’avviso di accertamento notificato nel rispetto di tale termine con riferimento ad un verbale di accesso, nonostante l’assenza di un successivo processo verbale di constatazione (sent. n. 15010/2014)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.