Detenere farmaci defustellati e già chiesti in pagamento all’ASL, può essere truffa al SSN

Comando dei Carabinieri per la Salute – NAS, comunicato del 21 maggio 2019

Il NAS di Catanzaro, al termine di un servizio di monitoraggio sull’approvvigionamento di farmaci nel territorio calabrese, ha deferito una persona alla  Procura della Repubblica di Catanzaro. L’indagata, titolare di una farmacia, è accusata di aver detenuto specialità medicinali defustellate per le quali era già stato richiesto il rimborso alla competente Azienda Sanitaria. Nello specifico, nel corso del controllo i militari hanno rinvenuto, e sottoposto a sequestro, 100 confezioni di farmaci, per un corrispettivo in denaro di circa 9.000 euro.