Italia condannata per i ritardi nei pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni.

Nella sentenza Commissione/Italia (Direttiva lotta contro i ritardi di pagamento) (C-122/18)

pronunciata il 28 gennaio 2020, la Corte, riunita in Grande Sezione, ha constatato una violazione
da parte dell’Italia della direttiva 2011/7/UE, relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle
transazioni commerciali, in quanto tale Stato membro non ha assicurato che le sue pubbliche amministrazioni, quando sono debitrici nel contesto di simili transazioni,
rispettino effettivamente termini di pagamento non superiori a 30 o 60 giorni di calendario,
quali stabiliti all’articolo 4, paragrafi 3 e 4, di tale direttiva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.