L’Assessore Chisso condannato a restituire il doppio delle tangenti e il 60% dello stipendio netto di 9 anni

Corte dei Conti, Sezione Giurisdizionale per la Regione Veneto, Sentenza n. 100 del 30 agosto 2017
La Corte dei Conti era chiamata a decidere del risarcimento del danno all’immagine e da disservizio provocato da Renato Chisso in relazione alle specifiche fattispecie illecite contestategli, e cioè (i) la percezione di uno stipendio tangentizio fisso di 250.000,00 Euro annui per nove anni (i.e., dal 2005 al 2013), e (ii) la ricezione di 160.000,00 Euro una tantum in data 7.02.2013. Continua a leggere