Per illegittima apposizione del termine nel pubblico impiego, si ha diritto solo all’indennnità, ma il lavoratore è esonerato dalla prova del danno.

Corte di Cassazione, sez. L, sentenza n. 4275 del 17 febbraio 2017
La fattispecie omogenea, sistematicamente coerente e strettamente contigua, per illegittima apposizione del termine, non è l’art. 18 dello Statuto dei lavoratori, ma è quella dell’art. 32, comma 5, legge n. 183 del 2010 Continua a leggere