Quando l’amministrazione richiede prestazioni ulteriori e diverse rispetto a quelle del contratto scritto, è necessario un nuovo impegno di spesa ed un autonomo contratto.

Corte di Cassazione, sez. 2, sentenza n. 2809 del 2 febbraio 2017
“I contratti di cui sia parte una Pubblica Amministrazione (anche se agente “iure privatorum”) richiedono la forma scritta “ad substantiam”, Continua a leggere