Il perimetro di cibernetica e le novità (guai a invarianza di spesa?) per le pubbliche amministrazioni

Il decreto-legge 21 settembre 2019, n. 105 (convertito con la legge 18 novembre 2019 n. 133, pubblicata in GURI n. 272 del 20 novembre 2019), ha introdotto misure urgenti in materia di perimetro di sicurezza nazionale cibernetica. Continua a leggere

Nel reato di accesso abusivo al sistema informatico, l’indirizzo IP può ben identificare l’utilizzatore, a meno che l’imputato non contesti, a sua volta, l’accesso abusivo alla propria rete

Corte di Cassazione Penale, sentenza n. 20485 del 9 maggio 2018 Continua a leggere

È stato adottato il nuovo Piano nazionale per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica

Piano nazionale per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica
Il documento – adottato dal Presidente del Consiglio su deliberazione unanime del Comitato interministeriale per la sicurezza della Repubblica, mira a sviluppare gli indirizzi strategici nazionali. Continua a leggere

Obama (e l’NSA) condannati a cancellare i dati raccolti

Il Giudice della Corte del Distretto di Columbia ha condannato Obama (n.q. di Presidente USA) e la National Security Agency (NSA).
Ha preliminarmente dichiarato che la raccolta di dati sulle trasmissioni telefoniche del ricorrente, indicati dalla NSA solo “metadati”, viola i diritti costituzionali degli Americani.
Ha quindi condannato l’Agenzia Nazionale della Sicurezza a segretare i dati acquisiti, auspicando, inoltre, che l’eventuale processo di appello possa essere più spedito (quello di primo grado è durato 2 anni) e che il Governo degli Stati Uniti nel frattempo possa prevedere una soluzione alla raccolta indiscriminata dei “metadati” fatta dall’NSA.

La sentenza: NSA_klayman_20151109