Il datore di lavoro (privato) può ricorrere ad un’agenzia investigativa per verificare la malattia del dipendente, purchè non si sconfini nella vigilanza dell’attività lavorativa

Corte di Cassazione, sez. L, sentenza n. 3630 del 10 febbraio 2017

Un dipendente della società Poste Italiane s.p.a.era stato licenziato per giusta causa intimatogli per aver lavorato nella rosticceria della moglie mentre era assente dal lavoro per infortunio, accertamento effettuato tramite agenzia investigativa. Continua a leggere